DSA

DSA

  • INTERVENTO PRECOCE SULLE DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO

È importante rilevare precocemente eventuali difficoltà relative ai prerequisiti dell’apprendimento scolastico in quanto all’età di 4/5 anni l’apprendimento ha caratteristiche ancora transitorie e potenzialmente recuperabili e invece le difficoltà che riguardano gli apprendimenti di base tendono ad accentuarsi con l’età. Inoltre può crearsi una relazione non virtuosa tra l’insuccesso, la percezione da parte del bambino di avere delle difficoltà e la caduta del senso di autostima e autoefficacia.

Lo screening per la rilevazione di queste difficoltà può avvenire in accordo con i genitori e la scuola d’infanzia, oppure essere svolto nelle sedi dello studio su richiesta della famiglia.

  • VALUTAZIONE DELLE ABILITÀ DI BASE PER IL PASSAGGIO DALLA SCUOLA D’INFANZIA ALLA SCUOLA PRIMARIA

La valutazione delle abilità di base avviene attraverso l’utilizzo di una batteria di prove che forniscono alcune indicazioni sul funzionamento complessivo del bambino in vista del passaggio alla scuola primaria.

Oltre alle aree dei prerequisiti dell’apprendimento scolastico, vengono osservate altre aree come la capacità di simbolizzazione, lo sviluppo psicomotorio e il funzionamento nelle relazioni sociali.

la valutazione può avvenire in accordo con i genitori e la scuola d’infanzia, oppure essere svolto nelle sedi dello studio su richiesta della famiglia.

  • IDENTIFICAZIONE PRECOCE DEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

I Disturbi Specifici di Apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia, disortografia) sono Differenze di origine neurobiologica in alcune specifiche aree dell’apprendimento scolastico, come la lettura, la scrittura e il calcolo, che in alcun modo coinvolgono l’intelligenza. Queste Differenze non possono svanire o non fare la loro comparsa perché fanno parte di una specifica e differente organizzazione neurologica o neurodoversità che richiede un ambiente scolastico e una didattica inclusiva di tutte le differenze.

Una individuazione precoce della dislessia, della disortografia o della discalculia consentono di prevenire il disagio psicologico correlato anche operando all’interno dei contesti in cui avviene l’apprendimento, quindi a scuola e in famiglia.

  • CONSULENZA PSICOLOGICA PER IL BAMBINO E LA FAMIGLIA

Una volta ottenuta la diagnosi di Disturbo Specifico di Apprendimento si può fare molto per aiutare il bambino e la famiglia a leggere la situazione nel modo corretto senza generare ansia dovuta a fraintendimenti, scorretta informazione e carenza di competenza nell’uso degli strumenti per l’apprendimento.

Il potenziamento cognitivo e il lavoro di compensazione delle differenze nello stile di apprendimento deve necessariamente includere un lavoro con il bambino e la famiglia che abbia come obiettivo l’incremento della sua autostima e l’adattamento dello stile di insegnamento alle esigenze del bambino.

Per informazioni potete scrivere all’indirizzo e-mail che trovate nella sezione contatti, utilizzare i riferimenti delle pagine personali o compilare il modulo di contatto in fondo alla pagina. 

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

FacebookLinkedIn